In ascolto con Chiara, discepola del Vangelo, 3 agosto

Pubblicato giorno 3 agosto 2019 - ARTICOLI DEL BLOG, Novene, S. Chiara d'Assisi

Piero,_Polittico_di_Sant'Antonio_04 - Copia
Condividi su:   Facebook Twitter Google

FRATERNITÀ

sabato 3 agosto

Prima della festa di Pasqua, durante la cena, Gesù disse: «Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri».

Gv 13,34-35

E amandovi a vicenda nell’amore di Cristo, quell’amore che avete nel cuore dimostratelo al di fuori con le opere, affinché le sorelle, provocate da questo esempio, crescano sempre nell’ amore di Dio e nella mutua carità.

Test. s. Chiara FF 2847

 

 

L’amore reciproco fa risplendere la luce del Vangelo là dove la Parola del Signore s’incarna nel corpo della fraternità. Chiara riconosce la crescita umana e spirituale delle sorelle nel comandamento sempre nuovo dell’amore fraterno che Gesù stesso nell’ultima cena ha consegnato ai discepoli.

Ugualmente nel suo Testamento Chiara rileva che la crescita nell’amore di Cristo si dimostra al di fuori con le parole e con l’esempio.

Anche la nostra crescita si compie nell’amore col quale il Signore ci ama, plasmando in noi parole e gesti, sentimenti e volontà.

L’amore di Dio è sorgente e mèta della vita di ogni persona, ma poterlo vivere quotidianamente è grazia da chiedere e assumere in tutto il nostro pensare e agire.

 

 

 Preghiamo

 

Ecco, com’è bello e com’è dolce

che i fratelli vivano insieme!

 

È come olio prezioso versato sul capo,

che scende sulla barba, la barba di Aronne,

che scende sull’orlo della sua veste.

 

È come la rugiada dell’Ermon,

che scende sui monti di Sion.

Perché là il Signore manda la benedizione,

la vita per sempre.