Omelia di p. Gaetano Piccolo Sj per la XIII domenica anno A

Pubblicato giorno 26 giugno 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Omelie di p. Gaetano Piccolo SJ

Gaetano
Condividi su:   Facebook Twitter Google

«Chi dice “tu” non ha qualcosa, non ha nulla.

Ma sta nella relazione».

M. Buber

Lo straniero

 

Chi è veramente lo straniero? Perché facciamo tanta fatica ad aprirci all’accoglienza non solo dell’altro, ma anche all’accoglienza della novità, degli eventi che accadono, dell’imprevisto? Può darsi forse che il primo straniero sia io, estraneo a me stesso, e come tale sono anche il primo che chiede di essere accolto. Se non accolgo me stesso, con le mie parti estranee o strane, non amate, non volute, difficilmente mi potrò aprire all’accoglienza di qualcun altro, persona o evento che sia. CONTINUA A LEGGERE

Leggersi dentro

– Quali sono gli aspetti di te che senti estranei e che fai fatica ad accogliere?

– Come vivi l’invito di Gesù a essere accogliente?

 

P. Gaetano Piccolo S.I.