STAT CRUX DUM VOLVITUR ORBIS – La Croce resta salda mentre il mondo si agita. Lettera di Pasqua 2020

Pubblicato giorno 2 aprile 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Lettere circolari

lettera pasqua
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Monastero San Damiano – Borgo Valsugana

S. Pasqua 2020

 

 

Carissimi fratelli e sorelle,

il Signore vi doni la sua pace!

 

Vi scriviamo nel cuore del tempo di quaresima, che quest’anno stiamo vivendo con l’animo pesante per il dramma della pandemia che sta provando duramente il nostro paese e tutto il mondo.

Partecipiamo tutti a questo tempo difficile e doloroso, che ci rende arduo spingere lo sguardo del cuore all’esito del cammino quaresimale: la luce e la gioia della Risurrezione. Infatti, viviamo l’esperienza paradossale che l’arresto forzato e inevitabile della vita come l’abbiamo sempre conosciuta porta maggiormente in luce l’agitazione del cuore per quanto sta accadendo e che in molti casi ci tocca drammaticamente negli affetti più cari.

Eppure proprio da questa agitazione tanto umana sale insopprimibile la domanda di un punto fermo a cui aggrapparsi. Allora, mai come quest’anno, la quaresima è vera e autentica, conducendoci verso ciò che dà salvezza e liberazione: il Crocifisso risorto.

Nei segni della passione che Gesù risorto mostra ai suoi discepoli di ogni tempo sono assunti e vinti tutti i nostri lutti, i nostri drammi, le nostre paure. Quelle piaghe gloriose sono il punto fermo a cui possiamo stringerci e aggrapparci. Quei segni sono la prova di ciò che ci è stato promesso dal nostro Dio: Non temere. Io sono con te. Io ho vinto la morte.

Carissimi fratelli, questa è la nostra fede. Questa è la fede della Chiesa. E noi ci gloriamo di professarla.

Con questa fiducia osiamo augurarvi buona Pasqua e vi assicuriamo più che mai la nostra preghiera perché il Risorto ci liberi da questa grande prova e sia con voi in ogni vostra necessità.

Con affetto e gratitudine

le vostre sorelle Clarisse