19 settembre, Commento al vangelo di oggi – dal Calendario del Patrono d’Italia, EBF Milano

Pubblicato giorno 19 settembre 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Il Vangelo di oggi

il vangelo di oggi
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Poiché una grande folla si radunava e accorreva a lui gente da ogni città, Gesù disse con una parabola:

«Il seminatore uscì a seminare il suo seme» […]

«Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!»

 

Nell’era della comunicazione per eccellenza, in cui occorre essere esperti di ogni tecnologia per raggiungere nel modo più efficace i nostri interlocutori, Gesù ci propone l’immagine di un seminatore di parole molto lontano dai nostri standard. Pare perfino distratto, quasi incapace di fare il suo lavoro: spreca il seme della parola e lo sparge ovunque, senza curarsi minimamente delle strategie necessarie perché questo seme possa portare frutto.

Egli sa che la parola ha in sé una potenza di vita che scavalca tutte le regole del buon senso; ha fiducia che ogni terreno, anche il più povero e sterile, possa prima o poi dare qualche frutto.

In realtà ciascuno di noi porta in sé diversi tipi di terreno, e il Signore lo sa. Per questo non si stanca di seminare. Sempre e comunque.