24 giugno, Commento al vangelo di oggi – dal Calendario del Patrono d’Italia, EBF Milano

Pubblicato giorno 24 giugno 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Il Vangelo di oggi

il vangelo di oggi
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Tutti furono meravigliati.

All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua,

e parlava benedicendo Dio

 

 

Dio ha avuto misericordia, questo il significato del nome di quel figlio lungamente atteso. Un dono, Giovanni, una sorpresa talmente grande da far ammutolire Zaccaria suo padre. Mentre Elisabetta canterà una lode insieme alla piena di grazia, la piena di vita.

Dio dona sempre con abbondanza, spesso al di là delle aspettative, ma non sempre capiamo i suoi doni, anzi a volte non li viviamo nemmeno come tali, qualche volta addirittura non li vorremmo. Ci serve allora rimanere in silenzio, come Zaccaria, per custodire nel cuore e meditare ciò che ci sta capitando. Altre volte invece è facile, come per Elisabetta: il cuore esplode di gioia e tutto canta in noi.

I doni di Dio, comunque, sono vita, per noi e per chi ci sta accanto; vita da celebrare e per cui ringraziare, sempre.