26 giugno, Commento al vangelo di oggi – dal Calendario del Patrono d’Italia, EBF Milano

Pubblicato giorno 26 giugno 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Il Vangelo di oggi

il vangelo di oggi
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Un lebbroso, avvicinatosi, gli si prostrò davanti, dicendo:

«Signore, se vuoi, tu puoi purificarmi».

Gesù, tesa la mano, lo toccò dicendo: «Lo voglio, sii purificato».

E in quell’istante egli fu purificato dalla lebbra.

 

 

Se tu lo vuoi Signore! Liberami dalle catene, purifica il cuore triste, imprigionato dal mio egoismo, dalla mia superbia così ben mascherata da umiltà, dal mio orgoglio.

Se lo vuoi, Signore! E tremo al pensiero che tu possa non volerlo. Purificami, ti prego, liberami da questa lebbra che imputridisce ciò che tocco, mi impedisce di gioire davvero, di cogliere la bellezza dei miei fratelli, di spargere intorno calore e in questo modo riceverne in un circuito di gioia.

Poi tu dici: «Lo voglio» ed io, finalmente libera, grata, leggera vorrei cantarlo a tutti. Sarà la mia vita, d’ora in avanti, a dare testimonianza alla tua bontà, alla tua compassione, al tuo amore misericordioso fatto per me maestro.