28 giugno, Commento al vangelo di oggi – dal Calendario del Patrono d’Italia, EBF Milano

Pubblicato giorno 28 giugno 2020 - ARTICOLI DEL BLOG, Il Vangelo di oggi

il vangelo di oggi
Condividi su:   Facebook Twitter Google

«Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?».

Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene».

Gli disse: «Pasci i miei agnelli»

 

 

Gli occhi di Gesù, mi pare di vederli, piantati in quelli di Pietro mentre gli chiede Mi ami? Gli occhi di Pietro, vergognosi, timidi, occhi di bambino ferito per il proprio tradimento. Quante volte avrà maledetto la propria vigliaccheria, la propria paura… Tu sai che ti voglio bene.

Mi ami? Certo Signore, sai che ti voglio bene. La seconda volta. Cosa avrà visto Gesù nei tuoi occhi per cercare di nuovo una risposta? Sarà stata un’incrinatura nella voce, figura dello scricchiolio del cuore?

Poi per la terza volta mi vuoi bene? E tu, con dolore: Signore, tu conosci tutto. Non so amarti con l’amore che tu hai per me ma di sicuro ti voglio bene. Questo basta, si è fatta verità nel tuo cuore, Pietro, ed ora sei pronto ad essere pastore, disposto ad accogliere i tuoi limiti, a superarli e a donare la vita per quanti ti sono affidati.